Autechre // Incunabula [1993, Warp]

autechre

Il suono di un milione di macchine che si fondono, sinuose, una dentro l’altra. Tra panorami gelidamente ambientali, oscure paranoie urbane e visionarie astrazioni Techno, l’esordio sulla lunga distanza di una coppia di produttori dalle cui creazioni la musica elettronica non tornerà più indietro. Un disco epocale e magnifico, nel quale perdersi per sempre.

Loro sono gli Autechre, da Rochdale, e questa è la venticinquesima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/file/fald4iweolm4m4t/25_-_Autechre_-_Incunabula.mp3

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

The Aphex Twin // Selected Ambient Works 85-92 [1992, R&S]

aphex-twin

L’esordio sulla lunga distanza di uno dei creativi più visionari del panorama elettronico mondiale. Un disco epocale, fra irresistibili seduzioni melodiche, cosmici afflati futuristici, avvolgenti correnti ambientali ed una personalità inconfondibile. Un viaggio indimenticabile verso il cuore pulsante dell’Ambient Techno.

Lui è Aphex Twin, dalla Cornovaglia, e questa è la ventiquattresima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/file/n49e901fircf66f/24_-_The_Aphex_Twin_-_Selected_Ambient_Works_85-92.mp3

Buon ascolto!

 

Share : facebooktwittergoogle plus

Plastikman // Sheet One [1993, Mute]

plastikman

Ritchie Hawtin immortalato nella fase iniziale della sua trasformazione in uomo di plastica, appena un momento prima di fondersi con gli ingranaggi delle macchine che usa per creare i suoi caldissimi eppure spettrali paaesaggi sonori. Un atto d’amore al Roland TB-303, un disco imperdibile, che è quintessenza del concetto di “ACID”.

Lui è Plastikman. da Detroit, e questa è la ventitreesima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/file/s845imd46597db2/23_-_Plastikman_-_Sheet_One.mp3

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

Bandulu // Guidance [1993, Infonet]

Bandulu

Bandulu è potenza. Ma anche trascendenza. Suggestività etnica e concretezza stradaiola. La storia incredibile di come tre B-Boys londinesi presero la visionarietà futuristica della Techno e la immersero nelle abissali profondità del Dub, coniando un linguaggio nuovo ed eccitante che marchierà a fuoco la musica nata nella città dei motori.

Loro sono i Bandulu, da Londra, e questa è la ventiduesima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/download/mnawj2gt1y114sd/22_-_Bandulu_-_Guidance.mp3

Buon ascolto!

 

Share : facebooktwittergoogle plus

Blake Baxter // Dream Sequence [1991, Tresor]

Blake Baxter

Il primo, grandioso, esperimento sonico sull’asse Berlino-Detroit. Da una parte la sensualità ritmica pregna di Soul di uno dei padri americani della Techno, dall’altra il rigore scientifico di due illuminate menti teutoniche. Nel mezzo uno dei più significativi dischi Dance dell’intero decennio.

Lui è Blake Baxter, da Detroit, è questa è la ventunesima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/download/3kaksve79xa6ql1/21_-_Blake_Baxter_-_Dream_Sequence.mp3

Buon ascolto!

 

Share : facebooktwittergoogle plus

Robert Hood // Internal Empire [1994, Tresor]

Robert Hood

Il disco che ha ridefinito la Techno. Un suono inconfondibile, che parte dal centro dell’Africa ed arriva al cuore dell’universo. La scarnificazione del corpo Dance lungo rotaie di minimale, austera perfezione. Una musica che è come un acquerello Zen: poche pennellate e tutto il resto implicito.

Lui è Robert Hood, da Detroit, e questa è la ventesima puntata di Discopatie.

Clicca sul Link, qua sotto, per ascoltare la puntata in streaming o per scaricarla in mp3!

http://www.mediafire.com/listen/llaad9pqd6as0a7/20_-_Robert_Hood_-_Internal_Empire.mp3

Buon ascolto!

 

Share : facebooktwittergoogle plus

1 2