RADIOATTIVI, nuovo ciclo- puntata 1: Il Viaggio (il podcast)

 SCARICA

Ed eccoci qua! Radio-Attivi, trasmissione nata e creata dalle Classi a Tempo Prolungato della Scuola Media “L.Signorelli” di Orvieto, riprende il suo cammino

tutti 2

Riprendiamo, dopo qualche anno di sosta, con una redazione completamente rinnovata che vede all’opera Alexandrina Arnaut, Frida Cecchetto, Nicoletta Cernat, Tommaso Griggs, Luigi Iaccarino, Tobia Marchesani, Ottavia Rosati e Lodovico Stopponi della 1D, Simone Concarella, Gabriele Livi, Anna Mancini e Valerio Rumori della 1F, Lorenzo Giordano e Ulisse Tosi della 2D, Beatrice Costellato, Chiara Pellegrini, Luca Sabatano della 2F, ed Elia Mangasini della 3D. Eccoli qua sopra, belli e sorridenti, in una foto scattata davanti alla sede di Radio Orvieto Web, emittente che ospita questa trasmissione. Purtroppo, causa malattia, Ottavia, Ulisse e Gabriele non erano presenti.

viaggi-turismo

La prima puntata, condotta da Lorenzo Giordano, abbiamo voluto dedicarla al viaggio, inteso come relax, ma anche come momento di conoscenza di sé e degli altri. Parole, musica, interviste e tanto altro in questa fantastica puntata!

51398923_568426947007393_829468552632205312_n

Il primo servizio è stato curato da Simone, Tobia, Alexandrina e Nicoletta che si son lanciati in spericolate interviste (sotto la neve!) al fantomatico Uomo della Strada (tra cui Massimo Gambetta, ex professore di Musica della nostra scuola) per capire che rapporto ha, oggi, la gente con il viaggio.

Nicoletta, Alexandrina, Simone e Tobia

Nicoletta, Alexandrina, Simone e Tobia

grupopo 1 bis

E’ stata poi la volta di Frida, Lodovico e Luigi che ci hanno raccontato come il viaggio è stato trattato al cinema, con un particolare occhio di riguardo a un esilarante viaggio nel tempo!gruppo film

Elia, Gabriele e lo stesso Lorenzo hanno poi cercato di capire come funziona il business che sta dietro molti viaggi e hanno intervistato due responsabili dell’Agenzia di Viaggi Effegì di Orvieto.

gruppo agenzia

Nel quarto servizio Chiara, Beatrice ed Anna ci hanno amabilmente regalato preziosi consigli di viaggio.

gruppo consigli viaggi

Per finire, Tommaso, Luca e Valerio hanno voluto riderci un po’ su e hanno ideato e recitato un paio di scenette che hanno come tema proprio il viaggio.gruppo scenette

Insomma una prima puntata che, pur se con un po’ di emozione, è andata via alla grande. Scaricate, ascoltate e fateci sapere i vostri pareri, anche alla nostra pagina Facebook. 

Appuntamento tra qualche settimana per la seconda puntata, ma nel frattempo potete andare a riascoltarvi le puntate delle precedenti stagioni al nostro blog che trovate QUI

 

 

 

Share : facebooktwittergoogle plus

UN GIORNO CON FABRIZIO DE ANDRE’- re-upload dell’omaggio del 2009 (podcast)

faber-640x420

Visto che va allo scadere la settimana dedicata ai vent’anni della morte di Fabrizio De Andrè, ci permettiamo di ripresentare le quattro trasmissioni che nel 2009, in occasione del decennale, Radio Orvieto Web mise in piedi nell’ambito di una giornata interamente dedicata al grande cantautore genovese.

Il comunicato stampa che dava la notizia della giornata dedicata a De Andrè

Il comunicato stampa che dava la notizia della giornata dedicata a De Andrè

La prima, “Un uomo chiamato Fabrizio”, fu una puntata curata dai ragazzi di STUDENTI ON AIR (cioè Damiano Di Carlo, Simone Vacca e David Proietti, che raccontava la vita e la musica di De Andrè. Eccola qua:

SCARICA UN UOMO CHIAMATO FABRIZIO- La vita, la musica

A seguire tre trasmissioni in cui gli SPRASSOLATI (Andrea Caponeri e Gianmarco Fusari) analizzavano più nello specifico, rispettivamente gli inediti e le rarità (nel 2009 eravamo all’alba di YouTube e molti di esse erano davvero di difficilissima reperibilità) le cover e le fonti, cioè le traduzioni.

Eccole qua:

SCARICA FIORI SPARSI ALTROVE- Le rarità e gli inediti

SCARICA DALLA NOSTRA RIVA- Le cover

SCARICA RISALENDO LA CORRENTE- Le fonti

A chiudere la giornata un concerto che contribuimmo a organizzare. Purtroppo la registrazione non venne benissimo, sicché dobbiamo farne a meno.

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

LIBRIDINE con Nona Fernandez e la sua DIMENSIONE OSCURA

Immagino e faccio testimoniare i vecchi alberi,
il cemento che sostiene i miei piedi,
il vento che soffia denso senza mai abbandonare questo paesaggio.

Immagino e ricreo le storie rimaste in sospeso,
completo i racconti lasciati a metà.

Immagino e i segni della sparatoria ricompaiono.

Nona Fernández

la-dimensione-oscura

LIBRIDINE vi invita all’ascolto integrale dell’incontro con  NONA FERNÁNDEZ, autrice de LA DIMENSIONE OSCURA pubblicato da  EDIZIONI GRANVIA. La scrittrice cilena ha incontrato un folto numero dei suoi lettori Martedì 11 Settembre presso la LIBRERIA SOVRAPPENSIERI di Orvieto in una piacevole presentazione pubblica ben curata e moderata dalla libraia Sara Del Croce che ha offerto alla comunità la preziosa conoscenza di un’autrice dal raffinato talento letterario, efficace nel saper indagare e raccontare con il romanzo gli incubi del suo Paese, uscito ferito dalla dittatura di Pinochet, ma anche capace di scavare in noi stessi, responsabili di memoria e costruzione di futuro. Le parole di Fernández sono state mediate per l’occasione da Chiara Cristofori.

Per non dimenticare, Buon Ascolto!

SCARICA qui per ascoltare

Share : facebooktwittergoogle plus

APRITE LE CITTA’! p.5 / LIBRIDINE p.5

APRITE LE CITTA’! p.5 / LIBRIDINE p.5

 

“NON SONO RAZZISTA MA.

La xenofobia degli italiani e gli imprenditori politici della paura”

Incontro con LUIGI MANCONI

Orvieto, 9 giugno 2018

SCARICA PARTE 1

SCARICA PARTE 2

copertina PEFC Italia 05052018 Social

Puntata congiunta questa tra “Aprite le città! e “Libridine”, un connubio in perfetta sinergia perché ciò che vi proponiamo è avvenuto nell’ambito della Festa del Mondo in Comune, un’iniziativa promossa dall’ONG Tamat a cui la nostra Radio ha aderito organizzando, come atto finale, la due giorni di festa “Aprite le città!”, lo scorso 8 e 9 giugno.

Nel”ambito di questo progetto, volto a indagare i temi del dialogo e dell’accoglienza, un momento davvero speciale è stato l’incontro, moderato da Riccardo Campino della Libreria dei Sette, con Luigi Manconi, politico e studioso di grandissima levatura che ha presentato alla Biblioteca Luigi Fumi di Orvieto “Non sono razzista ma. La xenofobia degli italiani e gli imprenditori politici della paura” (Feltrinelli, 2017), scritto insieme a Federica Resta.

35922318_10214011762022347_2171963054621720576_n

Grande è stata la partecipazione di pubblico, che ha accolto le parole di Manconi, in un momento delicato come questo, come una sorta di baedeker per orientarsi in questi tempi che si stanno facendo sempre più duri e difficili.

36054526_10214011761982346_2416157341540941824_n

La puntata, per comodità, è stata divisa in due parti.

Buon ascolto!

 

 

Share : facebooktwittergoogle plus


APRITE LE CITTA’, p.4- Alessio Lega in Concerto

SCARICA

locandina-alessio-lega-orvieto_web_ok

“Aprite le città!” non è solo una trasmissione, è anche la voglia di riempirci il cuore e la mente di bellezza, per assaporare di nuovo il piacere di incontrarsi, di stare insieme, e provare, così, con le nostre pacifiche armi, a combattere paure e diffidenze.

E’ per questo che Radio Orvieto Web, nell’ambito del progetto “Umbria Mi.Co.- Festival del Mondo in Comune”, promosso da Tamat ONG con il sostegno di AICS- Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo, ha messo in piedi lo scorso 9 marzo al Museo Archeologico Nazionale di Orvieto questo evento che definire solo concerto sarebbe riduttivo.

28951710_10215971784070137_2928974906495307405_n

Abbiamo infatti voluto con noi Alessio Lega, cioè la musica e le parole di uno dei più validi esponenti della canzone d’autore degli ultimi anni: autore di 9 dischi, amatissimo dalla critica più autorevole (nel 2003 vinse la Targa Tenco per il miglior album di esordio, bissato poi dal Premio Lunezia per il valore letterario dei suoi testi), ma anche studioso di canzone d’autore europea e apprezzato scrittore (da ricordare una biografia su Bakunin, a testimonianza della sua orgogliosa militanza anarchica, e “Incrocio di sguardi”, scritto con Ascanio Celestini).

29063095_10215971774589900_9010047643606321552_n

Accompagnato dalla fisarmonica di Guido Baldoni (straordinario musicista, figlio del compianto Enzo G.Baldoni) Alessio Lega ha presentato dal vivo Mare Nero”, recente ed eclettico lavoro uscito da pochi mesi in cui l’artista pugliese (ma da anni di stanza a Milano) riallaccia la sua vena lirica e ironica a quella canzone sociale e civile (che in Alessio Lega, prima ancora, è esistenziale e umana) che proprio lui, con i suoi lavori, ha contribuito a rilanciare nel panorama odierno. Tra tante gemme , lasciateci almeno segnalare la straordinaria ”L’uomo dell’ombrello (Elegia per Idy Diene)”, lucida e commovente istant poetry scritta solo pochi giorni prima. in occasione dell’assurdo assassinio di un senegalese, a Firenze.

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/PCPGy6olmRQ” frameborder=”0″ allow=”autoplay; encrypted-media” allowfullscreen></iframe>Per l’organizzazione dell’evento, Radio Orvieto Web desidera ringraziare il Polo Museale dell’Umbria, e il Comune di Orvieto.

SCALETTA

La ballata dell’ex (Endrigo)

Canzone del povero diavolo

Petizione per l’affidamento dei figli alle coppie omosessuali

Hanno amamazzato il Mario in bicicletta (Fo-Carpi)

Stazione Centrale

Denti bianchi e pelle scura

Zolletta

Ambaradan

Porrajmos

Maria Tabacchina

Angelica Matta

Il Bonzo (E.Jannacci)

L’uomo dell’ombrello (Elegia per Idy Diene)

Stornelli d’esilio (Pietro Gori)

29062689_10215971770229791_7728316749322751577_n

 

(tutte le fotografie sono di Tiziana Rastelli)

Share : facebooktwittergoogle plus

1 2 3