ARRIVANO GLI SPRASSOLATI, p.26 con intervista a Antonio Fiabane (il podcast!)

PUNTATA 26 del 26 maggio ‘15

in studio Andrea Kappa Caponeri con un’intervista a Antonio Fabiane

A volte ci si imbatte in dischi che viaggiano in un loro spazio-tempo del tutto peculiare. Non parliamo di quelli che, neoclassicamente, si propongono l’adesione perfetta a un modello passato (per esempio il Nico della scorsa puntata), ma proprio di dischi che scorrono divergenti dai suoni in voga oggi, dischi che ripongono immensa fede nella forma-canzone.

Il nostro sorprendente disco della settimana: "Torna di moda il binocolo" di Antonio Fiabane

Il nostro sorprendente disco della settimana: “Torna di moda il binocolo” di Antonio Fiabane

Antonio Fiabane, un nome forse poco noto ai più, ma con un retroterra di tutto rispetto (sue diverse canzoni stralunate che portarono al successo anni fa Federico Stragà), è arrivato al secondo album, e questo “Torna di moda il binocolo” ci si è insinuato dentro violentemente e ci ha fatto capire cosa avrebbe potuto/dovuto essere la canzone d’autore dopo l’epoca d’oro degli anni ’70, e cosa invece non è quasi mai stata in grado di essere. Ovvio che c’è venuta voglia di parlarci, con questo tipo, e infatti potete ascoltare una lunga intervista a Antonio Fiabane, inframezzata da diversi brani, nella parte centrale.

Antonio Fiabane

Antonio Fiabane

Prima e dopo troverete delle novità (un Appino che si evolve), ripescaggi in proprio (Gianni Meccia, Je ne t’aime plus, Avion Travel) o per interposto artista (il Radius omaggiato da Mauro Ermanno Giovanardi), nonché le nostre consuete Rubriche.

Keep Calm and Suga il podcast!

SCARICA O ASCOLTA

http://www.mediafire.com/listen/1yy0djw0bkcylmj/STAG.8%2Cp.26+con+Antonio+Fiabane.mp3

SCALETTA:

GRANDE RACCORDO ANIMALE -Appino

NEL GHETTO- M.E.Giovanardi & Sinfonico Honolulu (Rubrica “Sulle spalle dei giganti”, da A.Radius)

ODIO TUTTE LE VECCHIE SIGNORE- Gianni Meccia.

LA MODA DEL BINOCOLO-  Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

Intervista a Antonio Fiabane

ALBERTOSI- Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

ESTATE 1993- Antonio Fiabane (Rubrica “Gradische le dische?”)

IL PICCOLO CHIMICO- Je ne t’aime plus

I RAGAZZI CATTIVI- Ivano Fossati (Rubrica “Luci e ombre”)

L’ASTRONAUTA- Aviol Travel

IL MIO ANTON SCORDERO’- Naif Herin (Rubrica “Cover the rainbow”, da Cesaria Evora)

Share : facebooktwittergoogle plus

Orvieto in fiore 2015

E’ iniziata già da ieri, 20 maggio, la terza edizione di Orvieto in Fiore e durerà tutto questo fine settimana fino al 24 maggio. ROW in qualità di mediapartner, oltre che voler segnalare a tutti questo evento, www.orvietodeiquartieri.it, è andata a curiosare il “Comitato Cittadino dei Quartieri di Orvieto” ed intervistare il Presidente, Armando Fratini. Direttamente dalla sua voce ecco tutto, o quasi, quello che dovreste sapere:

Orvieto in fiore

Share : facebooktwittergoogle plus

Talk Talk // The Colour of Spring [1986, EMI]

Talk Talk

Lo snodo centrale di uno dei percorsi evolutivi più incredibili della storia del Rock. Tra sperimentazione mai fine a se stessa e sfolgorante afflato Pop, un autunnale affresco di imponente, ammaliante malinconia.

Loro sono i Talk Talk, da Londra, è questa è la quattordicesima puntata di Discopatie.

Clicca su “Play”, qua sotto, per ascoltare la puntata in Podcast!

Clicca sul Link, qua sotto, per scaricare la puntata in mp3!

http://www.mediafire.com/listen/me6n6p0kwtnz4nj/14_-_Talk_Talk_-_The_Colour_of_Spring.mp3

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI! p.25 (il podcast!)

PUNTATA 25 del 19 maggio ‘15

in studio Andrea Kappa Caponeri

Di nuovo in studio solo soletto, dopo diverse puntate di ospiti e interviste. Si vede che il Kappa non c’era più abituato, infatti un po’ s’intriga, diciamocelo.

In ogni caso anche al netto di ciò, una puntata piena di bella musica, sia da parte di nomi ormai affermati tra le nuove generazioni (Perturbazione, Dente, Caparezza), sia da parte di nomi storici (De Gregori), sia da parte di nuove voci che fanno ben sperare (David Castellano, Nico, Nicola Pecci). Senza contare l’Arturo Annechino che si avvale di due belle voci, tra le quali ci piace segnalare quella della “nostra” Martina Sciucchino.

Su tutto si staglia però la presentazione del nuovo, e per certi versi alieno, album di un cult assoluto come Flavio Giurato: un lavoro davvero impressionante.

Il nuovo album di Flavio Giurato

Il nuovo album di Flavio Giurato

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/s9expx6829x47rd/STAG.8%2Cp.25.mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

LA FITTA SASSAIOLA DELL’INGIURIA- Caparezza feat. Angelo Branduardi

BUONGIORNO, BUONAFORTUNA- Perturbazione, feat. Dente

CIAO CIAO BELL’AMORE MIO- Nico

LA SCOMPARSA DI MAJORANA- Flavio Giurato (Rubrica “Gradische le dische”)

LA GRANDE DISTRIBUZIONE- Flavio Giurato (Rubrica “Gradische le dische”)

LA VITA SENZA UN PERCHE’- David Castellano

ELIS- Arturo Annechino, feat. Martina Sciucchino e Costanza Cutaia

SEI MAI STATA SULLA LUNA?- Francesco De Gregori

VIA BROLETTO, 34- David Riondino e Stefano Bollani

1982- Nicola Pecci

 

Share : facebooktwittergoogle plus

LA CITTA’ SONORA, p.9- “SALTIMBANCO SI MUORE- Dentro il cuore di Enzo Jannacci”

PUNTATA 9, 17 maggio 2015

SALTIMBANCO SI MUORE-

Dentro il cuore di Enzo Jannacci (il podcast!)

Porano, Teatro Santa Cristina, 9 maggio 2015

Il Teatro Santa Cristina è situato a Porano, un piccolo comune vicino Orvieto, e da qualche anno, pur tra mille difficoltà, grazie al lavoro e alla passione di un gruppo di ragazzi amanti della musica e del teatro, è a poco a poco fiorito, fino a diventare un imprescindibile punto fermo per la vita artistica, relazionale e sociale della comunità locale, un importante motore prezioso di creatività.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Proprio questo teatro ha ospitato nella sua stagione teatrale 2014-’15 “Saltimbanco si muore”, uno spettacolo, che aveva esordito a marzo nella cornice splendida del Teatro della Concordia di Montecastello di Vibio, basato interamente sulle canzoni di Enzo Jannacci, uno dei padri della canzone d’autore italiana (per Conte, semplicemente, il più grande),

Non è certo il primo tributo dedicato a quell’enorme figura che è stata Enzo Jannacci, ma Andrea Caponeri (voce, ukulele), Sandro Paradisi (piano elettrico, tastiere, fisarmonica, piano giocattolo), e Giuseppe Barbaro (chitarre, tastiere, voci) dopo anni di esperienze musicali a vasto raggio, hanno costruito uno spettacolo che ha l’ardire di tuffarsi nel mondo così assurdo e così umano di colui che amava definirsi, più che cantautore, un “medico fantastista”.

Da sinistra: Giuseppe Barbaro, Andrea Caponeri, Sandro Paradisi (foto di Tiziana Rastelli)

Da sinistra: Giuseppe Barbaro, Andrea Caponeri, Sandro Paradisi (foto di Tiziana Rastelli)

Così recitava il programma di sala:

“Enzo Jannacci era un arcipelago, sorto da nulla e al nulla misteriosamente tornato, che per alcuni decenni, a cavallo tra XX e XXI secolo, si è esteso nel mare di Milano. L’arcipelago era abitato da gente vestita male, imbranata, sbrindellata, persone a cui portavano via l’orto. Gente a cui potevi voler bene. Enzo Jannacci era un genio schizoide, era uno che nell’Italia del bel canto ebbe l’ardire di proporsi con voce volutamente sgraziata, stonata, giocata sugli acuti, dissociata dal suo corpo. Enzo Jannacci aveva il cognome più bello del mondo.”

E se ormai tutti conoscono classici come “El purtava i scarp del tennis”, “L’Armando”, “Ci vuole orecchio” o “Vengo anch’io, no tu no”, ancor maggiore, speriamo,  sarà il piacere, per voi amici de “La Città Sonora”, di (ri)ascoltare in questo spettacolo che vi proponiamo in edizione pressoché integrale, dei gioielli jannacciani ancora tutti da scoprire,  a cominciare dai brani del periodo milanese (“Per un basin”, “Ti te se no”, di cui consigliamo di reperire in rete la traduzione in italiano per gustarne appieno la grandezza), per arrivare a “Quella cosa in Lombardia” (una straordinaria canzone di Fortini-Carpi), “Si vede”, “Pedro Pedreiro” (dal repertorio di Chico Buarque de Hollanda), “Giovanni telegrafista”, “Il primo furto non si scorda mai” o “Musical”.

Per finire: in occasione della serata di Porano che qua vi proponiamo, il trio in un paio di occasioni (“Io e te” e “Quello che canta Onliù”) è stato affiancato anche dalla preziosa chitarra di Andrea Massino.

Il trio al gran completo, con l'ospite Andrea Massino (foto di Tiziana Rastelli)

Il trio al gran completo, con al centro l’ospite Andrea Massino alla chitarra (foto di Tiziana Rastelli)

SCARICA

http://www.mediafire.com/listen/r8mobeuptcejrr3/STAG.8%2Cp.09-+OMAGGIO+A+JANNACCI.mp3

SCALETTA:

Vincenzina e la fabbrica

Giovanni telegrafista

Per un basin

Io e te

Quella cosa in Lombardia

L’Armando

Mario

Veronica

Pedro Pedreiro

Quello che canta Onliù

Musical

Faceva il palo

Si vede

La mia morosa la va alla fonte

Il primo furto non si scorda mai

L’uomo a metà

Canzone intelligente

Ti te se no

Son Scioppà

Ci vuole orecchio

Durante l'esecuzione di "Canzone intelligente", con facce assai poco intelligenti (foto di Tiziana Rastelli)

Durante l’esecuzione di “Canzone intelligente”, con facce assai poco intelligenti (foto di Tiziana Rastelli)

 

Share : facebooktwittergoogle plus

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI! p.24 con intervista a TITO SCHIPA JR. (il podcast!!)

PUNTATA 24 del 12 maggio ‘15

in studio Andrea Kappa Caponeri con un’intervista a Tito Schipa Jr.

 Tito Schipa Jr. è stato sempre un nostro grande amore (già gli dedicammo tempo fa due speciali dal vivo, reperibili qua: https://arrivanoglisprassolati.wordpress.com/2012/11/26/speciale-tito-schipa-jr-dylaniato/ e qua: https://arrivanoglisprassolati.wordpress.com/2012/04/15/speciale-rassegna-storica-e-nuova-canzone-dautore-parte-1/) ancora più grande perché spesso la critica ufficiale non gli ha riconosciuto, crediamo, i giusti meriti, “colpa” forse di un certo eclettismo (cantante, autore, regista teatrale, traduttore) e di un‘anima bicefala che accoglie musica cosiddetta colta (lirica, musica classica, opera buffa) e musica cosiddetta leggera (rock, folk).

La prima copertina del mitico "Orfeo 9"

La prima copertina del mitico “Orfeo 9″

La tanto attesa prima uscita ufficiale in DVD (triplo!) del suo capolavoro, l’opera-rock “Orfeo 9” (debutto teatrale 1970, disco e film 1973) è stato il bellissimo pretesto per il nostro corposo approfondimento della settimana, intervallato da una gustosa intervista che il buon Tito Schipa Jr. ci ha gentilmente concesso.

Un'altra edizione in vinile (tra le tante) che in copertina presenta uno dei nomi più famosi dell'Orfeo 9

Un’altra edizione in vinile (tra le tante) che in copertina presenta uno dei nomi più famosi del cast dell’Orfeo 9

Prima e dopo un Paolo Pietrangeli insospettabilmente ma meravigliosamente anni ’80 (che poi l’autore di “Contessa” aveva da poco compiuto 70 anni e non ce ne siamo accorti!), il disco della settimana (un interessante Verner che il buon Kappa ha anche recensito per L’Isola che non c’era: http://www.lisolachenoncera.it/rivista/recensioni/fiori-dal-limbo/ e una scoperta foriera di cose bellissime a venire come Antonio Fabiane. Gioisci, popolo!

La sestupla copertina del bel packaging di "Fiori dal limbo" di Verner, nostro disco della settimana

La sestupla copertina del bel packaging di “Fiori dal limbo” di Verner, nostro disco della settimana

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/otyyf1a1t06qdyg/STAG.8%2Cp.24+con+Tito+Schipa+Jr..mp3

SCALETTA:

CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

IO TI VOGLIO BENE- Paolo Pietrangeli

TUTTI QUESTI ANNI- Verner (Rubrica “Gradische le dische”)

CON LE MIGLIORI INTENZIONI- Verner (Rubrica “Gradische le dische”)

ISMAELE- Lorenzo Riccardi (Rubrica “Era un uomo così, ma con delle possibilità”)

INVITO- Tito Schipa Jr. (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

Intervista a Tito Schipa Jr., pt.1

LA CITTA’ SOGNATA- Tito Schipa Jr. (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

LA RAGAZZA CHE NON VOLTA IL VISO- Tito Schipa Jr. (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

Intervista a Tito Schipa Jr., pt.2

VENDITORE DI FELICITA’- Tito Schipa Jr. (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

Intervista a Tito Schipa Jr., pt.2

ECCOTI ALLA FINE- Tito Schipa Jr. (Rubrica “Muschio sul cancello del giardino abbandonato”)

CATARO- Antonio Fiabane

Share : facebooktwittergoogle plus

Read more posts