LA CITTA’ SONORA, p.7- Saluti da Saturno live a Tuoro sul Trasimeno (il podcast!)

PUNTATA 7, 25 aprile 2015

SALUTI DA SATURNO in concerto

Tuoro sul Trasimeno (PG), Teatro dell’Accademia

6 ottobre 2012

_MG_3063

Cosa dire dei Saluti da Saturno? Che sono state una delle più belle sorprese degli ultimi anni, che il loro esordio, “Parlare con Anna” del 201a qua a Radio Orvieto Web ce lo siamo passato con crescente entusiasmo di mano in mano, fino ad arrivare a furor di speakers a chiamarli un paio di volte  a suonare da noi. Tuttavia la registrazione che qua vi proponiamo, a parte il bis finale, non è presa a Orvieto, bensì a Tuoro su Trasimeno, nel 2012. In quel momento avevano già alle spalle due eccellenti album (oltre a quello già citato, anche “Valdazze”) e stavano proponendo dal vivo alcuni brani che poi avrebbero fatto parte del terzo album, “Dancing Polonia” che sarebbe uscito l’anno successivo. Insomma, come avrete capito, la ciurma guidata da quel genio eclettico di Mirco Mariani (alle spalle collaborazioni eccellenti con Enrico Rava e Vinicio Capossela, e progetti come i Mazapegul e i Daunbailò) non ama le vittorie facili, e anzi utilizza il palco come luogo della sorpresa, dell’inedito, del non banale: un’orchestrina di piano bar futuribile, in cui i suoni elettronici desueti del XX secolo rimbalzano e si proiettano in avanti.

Un concerto, allora, tutto da gustare!

Con: Mirco Mariani, Bruno Orioli, Marcello Monduzzi, Massimo Simonini

SCARICA: 

http://www.mediafire.com/listen/6l7b5xkxmux9xk3/STAG.8%2Cp.07-+Saluti+da+Saturno.mp3

SCALETTA

Anniversario

Inedito 1

Anime rare

Cinema

La vita mia

Un giorno nuovo

Casa

Parlare con Anna

Inedito 2

Valdazze

Luce

Sigla e presentazioni

Tra noi (include Negro zumbon)

Letami

EXTRA:

Io che amo solo te (cover Endrigo), registrata a il Orvieto 25 aprile ‘12

Share : facebooktwittergoogle plus

ARRIVANO GLI SPRASSOLATI! p.21 con GianLuca Fioravanti – Il podcast!

PUNTATA 21 del 21 aprile ‘15

in studio Andrea Kappa Caponeri con Gianluca Fioravanti

In un pomeriggio piovoso di dicembre, ci fermammo abbagliati da improvvisa epifania: il nostro saldo ateismo venne messo in seria discussione, quando, a metà di Via Filippeschi, a a Orvieto, a 50 metri da casa nostra, si palesò l’insegna della “Libreria Arcimboldo”, con i suoi libri d’occasione, ma anche preziosi e da collezione. Fu subito amore a prima vista, un amore crescente man mano che aumentava la familiarità con Gianluca Fioravanti, il giovane proprietario di questo luogo dell’anima che riscalda i nostri cuori poco avvezzi a farsi ammaliare dalla tiepida luminescenza dell’ e-book.

La vetrina della Libreria Arcimboldo, a Orvieto

La vetrina della Libreria Arcimboldo, a Orvieto

Logico quindi invitare in trasmissione Gianluca, per scoprire in lui, oltre al competente e gentile libraio, anche il cultore di musica rock anni ’80-’90.

Ecco così questa strana e bella puntata che si snoda sul delicato filo della letteratura in musica, anche grazie all’aggancio con il disco della settimana, un Bobo Rondelli in gran forma con il suo “Come i Carnevali”.

Bobo Rondelli, autore del disco della settimana

Bobo Rondelli, autore del disco della settimana

SCARICA:

http://www.mediafire.com/listen/gkzr0gudyk5ezco/STAG.8%2Cp.21+con+G.L.Fioravanti.mp3

SCALETTA:

IL CORPORAL CLEGGS- Pink Floyd (sigla iniziale)

NATALE OCCIDENTALE- Cochi e Renato (Rubrica “L’Editoriale”)

GENNAIO- Diaframma

LE STORIE CHE NON CONOSCI- Samuele Bersani & Pacifico feat. Francesco Guccini

ISTAMBUL- Litfiba

CARNEVALI- Bobo Rondelli (Rubrica “Gradische le dische”)

NARA F.- Bobo Rondelli (Rubrica “Gradische le dische”)

LITIO- Massimo Volume

LA CANZONE DI ORLANDO- Lucio Dalla

…AND THE RADIO PLAYS- CCCP

SAVONAROLA (la fine del mondo a Ferrara)- Giorgio Canali & Rossofuoco

Share : facebooktwittergoogle plus

Seam // The Problem With Me [1993, Touch and Go]

Seam

Dal cuore della provincia americana verso l’infinito. Muri di chitarre e melodioso mormorio. Strutture sperimentali al servizio di un’intensità emotiva incontenibile. La musica più fragorosamente struggente mai udita in un decennio che pure, tale descrizione, la fece costantemente propria.

Loro sono i Seam, da Chicago, è questa è l’undicesima puntata di Discopatie.

Clicca su “Play”, qua sotto, per ascoltare la puntata in Podcast!

Clicca sul Link, qua sotto, per scaricare la puntata in mp3!

 http://www.mediafire.com/listen/8qo6zca2jx7k8bx/11_-_Seam_-_The_Problem_With_Me.mp3

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

LA CITTA’ SONORA, pp. 4 e 5- LAVINIA MANCUSI in concerto (Il podcast!)

PUNTATA 5 e 6, 19 aprile 2015

LAVINIA MANCUSI in concerto

Orvieto,”Folkosteria”, 3 ottobre 2014

Una bella sorpresa della scorsa estate orvietana è stata la “Folkosteria”, la nuova avventura di Raffaele Ferrazza che assomma le sue due grandi passioni: la cucina e la musica, entrambe di gran qualità. Nell’incantevole cornice di quella che gli orvietani chiamano tradizionalmente “Fontana secca”, lungo il Corso, per tutta l’estate e un pezzetto di autunno nei weekend si è potuto ascoltare musica folk, d’autore, jazz. Il concerto che vi proponiamo ha visto protagonista Lavinia Mancusi splendida promessa della nuova scena folk italiana e, a quanto ci dicono voci bene informate, anche seconda voce nel tour estivo di Mannarino che prenderà il via tra poco.

Lavinia Mancusi alla Folkosteria (foto di Ava Szene)

Lavinia Mancusi alla Folkosteria (foto di Ava Szene)

Cantante, violinista, ballerina, la romana Lavinia Mancusi, che qui presenta “Semilla”, il suo primo lavoro solista, si caratterizza per un approccio molto world, nel tentativo di innestare musiche e tradizioni diverse, sia dell’area mediterranea sia sudamericana, rintracciando le radici condivise della tarantella. Con lei sul palco Gabriele Gagliarini (percussioni, nonché co-produttore del disco) e Riccardo Medile (chitarra, oud) con la partecipazione straordinaria, in qualche brano, del “nostro” Sandro Paradisi alla fisarmonica.

Un concerto tutto da gustare che non deluderà né gli appassionati della musica popolare né chi si avvicini per la prima volta a questo tipo di musica.

SCALETTA & DOWNLOADS

Parte 1 (puntata 5)

http://www.mediafire.com/listen/41ezz4dbp64tn16/STAG.8%2Cp.05-+Lavinia+Mancusi+%28pt.1%29.mp3

Omenaje a Rosa (Bottana de to’ ma)

Omenaje a Rosa (Cu ti li dissi)

Angelaré

Tarantella del Bosforo

Festejo calabrese

So’ nata sfortunata

Fado romanesco

Fenesta ‘ca lucive

Stornello dell’estate

Palummella

 

Parte 2 (puntata 6)

http://www.mediafire.com/listen/7rvlvw1md2z7h9n/STAG.8%2Cp.06-+Lavinia+Mancusi+%28pt.2%29.mp3

La virrinedda

Storia del grillo e la formica

‘O sole ‘e Pulecenella

Tango romano

Cecilia

Tarantella di San Michele

Tarantella del Gargano

Tarantella (Oi mamma ca mò vene)

Bedda ci dormi

Share : facebooktwittergoogle plus

RICORDANDO RODOLFO BRACCHETTI- Il podcast!

Pochi giorni fa ci è arrivata la dolorosa notizia della morte, dopo lunga malattia, di Rodolfo Bracchetti, uno dei fondatori nel ’76 di Radio Orvieto, una radio libera a cui fin dall’inizio, alla ricerca di fratelli maggiori, ci siamo in qualche modo, pur con tutte le differenze generazionali, storiche e politiche, ispirati.

A sinistra, Rodolfo Bracchetti

A sinistra, Rodolfo Bracchetti

Rodolfo, per quel poco (purtroppo) che l’abbiamo conosciuto era una persona limpida, generosa e, se non fosse che di questi tempi è diventata quasi un’offesa, buona. Ma anche una persona combattiva, che si è impegnata politicamente e socialmente per migliorare, per qual che si può, questo pezzo di crosta di terra.

In questi anni ci ha sempre seguito con affetto ricambiato, partecipando a molte delle nostre iniziative, sempre lì, da una parte, con occhi sorridenti.

abbraccioColor

Tutti noi di Radio Orvieto Web abbiamo voluto ricordarlo, salutarlo e ringraziarlo così, semplicemente, con questo post, e dedicandogli l’intera giornata di ieri nella quale abbiamo riproposto non-stop le due puntate di una delle primissime nostre trasmissioni, “30 anni (e più…) dopo”, in cui avemmo ospite proprio Rodolfo Bracchetti, insieme ad altri “reduci”, sia detto con un sorriso, di quella esaltante stagione, appunto per farci raccontare quella loro bella Radio Orvieto degli anni ’70, che fu mezzo per diffondere idee e passioni, ma anche luogo per discutere, capire, crescere.

Qua trovate i PODCAST delle due puntate di “30 anni (e più…) dopo” andate in onda ieri.

http://www.mediafire.com/listen/t06i6a9ww4iop6c/30+ANNI+DOPO%2C+p.1.mp3

http://www.mediafire.com/listen/coqcppogfccuofh/30+ANNI+DOPO%2C+p.4.mp3

 

Lo storico logo di Radio Orvieto

Lo storico logo di Radio Orvieto

Share : facebooktwittergoogle plus

The God Machine // Scenes from the Second Storey [1993, Fiction]

The God Machine

La trascendenza che si fa musica. Un suono arcano e dal fascino senza tempo. Un culto tra i più sotterrareni ed irresistibili. L’impatto dirompente dell’Heavy Metal, la sintesi del Post Punk e l’ipnosi della psichedelia che divengono puro spirito in uno dei dischi più suggestivi ed imponenti degli anni Novanta.

Loro sono i God Machine, da San Diego, è questa è la decima puntata di Discopatie.

Clicca su “Play”, qua sotto, per ascoltare la puntata in Podcast!

Clicca sul Link, qua sotto, per scaricare la puntata in mp3!

http://www.mediafire.com/listen/aaun35087lx2ph6/10_-_The_God_Machine_-_Scenes_from_the_Second_Storey.mp3

Buon ascolto!

Share : facebooktwittergoogle plus

Read more posts